Il tuo sito è lento o non funziona più? Ecco cosa fare



La velocità di caricamento di una pagina web è un fattore da non trascurare ai fini del successo di un sito, soprattutto perché la soglia di attenzione della generazione on line è drasticamente ridotta rispetto ad un testo scritto. Gli utenti sul web sono abituati ad una gratificazione immediata.

Sito lento

Per cui se l’informazione non viene servita nel momento in cui è stata richiesta, essi la cercheranno altrove. In siffatto contesto una relativa lentezza può spingere gli utenti a considerare quel sito mal funzionante con una consistente riduzione degli accessi che vanno ad incidere pesantemente sul traffico. Oltre tutto a ciò si deve aggiungere che tale lentezza può avere degli effetti deleteri sul posizionamento del sito, spingendo gli spider a declassarne la sua pertinenza. Per questo motivo bisogna assolutamente dare assoluta priorità alla velocità di caricamento del nostro spazio web.

Le cause che si nascondono dietro un’eccessiva lentezza del sito sono molteplici, ognuna delle quali prevede una serie di verifiche necessarie per risolvere nell’ immediato il problema. Per questa ragione vogliamo fornirvi una lista delle possibili cause che solitamente determinano il malfunzionamento relativo al caricamento delle pagine web di un sito:

  1. Scarsa connettività con l’ADSL: in questo caso per capire se è un problema della nostra linea internet oppure no, ci basta semplicemente digitare sull’URL un altro sito qualunque e verificare se anche in quel caso la pagina web si carica lentamente. Ovviamente se tutti i siti che digitiamo riscontrano dei problemi nel caricamento allora si tratta della nostra ADSL, altrimenti il problema riguarda solo il nostro sito.
  2. Pessima connettività con l’Hosting: nell’eventualità che si tratti di un malfunzionamento della nostra pagina web dobbiamo effettuare 2 test fondamentali e quindi dobbiamo sottoporre il nostro sito prima ad un Ping e poi ad un Trace Route: nel primo caso misuriamo il tempo impiegato dai pacchetti ICMP a raggiungere un server in rete e a ritornare all’origine, mentre nel secondo caso abbiamo l’opportunità di  individuare il percorso compiuto da un pacchetto di dati per arrivare ad un computer remoto.
  3. Sovraccarico del server: questo è uno dei problemi più diffusi che determinano un rallentamento nel caricare le pagine web di un sito. Tale malfunzionamento può dipendere da vari fattori: dagli aggiornamenti che vanno in automatico, da codici sorgente pagina che sono scritti male, dalla mole di dati aggiornati dal server del vostro hosting che non devono essere scelti solo per il prezzo conveniente o l’assistenza tecnica fornita. In questi casi bisogna intervenire direttamente nei codici della pagina per verificare se ci sono delle sostanziali anomalie.
  4. Cattiva impostazione della cache: uno dei passaggi più semplici da effettuare nel momento in cui scoprite il rallentamento del vostro sito è quello di svuotare la cache o addirittura disabilitarla del tutto proprio per consentire una maggiore velocità nel caricamento del sito web. Questo perché il sistema a lungo andare è costretto a cancellare una parte della memoria contenuta dalla cache con lo scopo di fare spazio ad altri dati da salvare e nel fare quest’operazione automatica si produce un chiaro rallentamento dell’elaborazione.
  5. Uso eccessivo dei plugin: nella maggior parte dei casi i plugin pur essendo uno strumento indispensabile per aumentare le funzionalità del tuo sito, tendono però ad aumentare il tempo di pre-caricamento delle pagine. Per questo motivo si consiglia di rimuovere quelli che non sono necessari e che rischiano solo di appesantire il portale nella fase di caricamento.



Nel caso in cui i rimedi sopra citati alle relative cause non hanno contribuito a migliorare la situazione non possiamo fare altro che contattare l’assistenza dell’hosting, tenendo bene a mente che il servizio funziona dal lunedì al venerdì con una serie di eccezioni a seconda del piano contrattuale. Se è un hosting low-cost purtroppo non avremo risposte nell’immediato e per ottenerle dovremmo solo pagare attraverso dei servizi managed per l’assistenza on demand. Per questo nel momento in cui scegliamo un hosting risulta molto importante il suo servizio di assistenza, considerando che molti di questi presenti in commercio non ne possiedono uno valido.

Attenzione però che il malfunzionamento del sito potrebbe anche dipendere dalla parte software e non necessariamente da quella hardware che è ad appannaggio di un hosting, soprattutto se stiamo parlando di un blog in Drupal, WordPress oppure di un e-commerce in Magento o Prestashop. A tal proposito vogliamo fornirvi una serie di suggerimenti nel caso vi troviate di fronte ad uno dei questi problemi di seguito elencati:

  1. Errore del Browser: in questo caso la pagina restituisce un errore che può essere risolto chiedendo semplicemente all’hosting il ripristino causato da un problema al server Apache/nginx.
  2. Errore del server: in questo caso la pagina restituisce un errore che può essere risolto verificando i log via cPanel o Plesk dato che il problema è presente nel codice del sito o nelle altre impostazioni settate male.
  3. I CSS non vengono caricati: questo potrebbe essere una delle cause del rallentamento del sito che si può risolvere sia verificando i log che richiedendo il ripristino all’hosting, dato che i problemi potrebbero essere vari e cioè legati al sovraccarico del server, ad un problema di scripting o di codice del sito.
  4. Login invalidabile: questo accade nel caso in cui non è possibile fare login nella sezione amministrativa e allora bisogna richiedere il ripristino dell’hosting.
  5. Caricamento assente: questo succede se la pagina resta bianca e quindi si presuppone ci sia un problema di connettività Internet che si può verificare con un’altra connessione, per esempio da smartphone.