Come fare soldi con Instagram

Scopri come Guadagnare con TikTok – Clicca QUI

Prova SeoZoom Gratis per 15 giorni


Avete mai pensato che il tempo investito a navigare con il vostro tablet sui social network possa anche essere utileperché in grado di fruttare denaro? In un mondo in cui la tecnologia fa passi da gigante e i mestieri moderni si diffondono soprattutto attraverso l’uso del world wide web, anche il semplice postare una foto su Instagram è in grado di far guadagnare al proprietario dell’account fino a seicento dollari al mese; volete scoprire come? Proseguite leggendo le linee guida utili per apprendere come fare soldi su Instagram.

Accumulare un gran numero di followers è il primo passo verso il guadagno

Il successo di Instagram ha effettivamente strabiliato tutti gli utenti che non pensavano che dal pubblicare delle semplici foto online si potesse arrivare addirittura a creare un enorme giro di denaro dando vita ad un business che include brand di alta moda e numerosissime attività commerciali coinvolte a livello internazionale. Il meccanismo che permette di guadagnare con Instagram è tra l’altro molto semplice, con il metodo illustrato da 24economia.com; in base al numero di followers che siete in grado di attrarre, un brand famoso o una grossa azienda potrebbero contrattarvi chiedendovi di pubblicare i vostri futuri post pubblicizzando la loro merce.

Se l’utente non possiede un elevato numero di followers e al contempo pubblica foto e video di scarsa qualità, in tal caso non frutterebbe all’azienda che non avrebbe alcun interesse nell’investire sul suo profilo. In parole povere dovrete trasformarvi in modelle e modelli amatoriali diventando famosi per la cerchia ristretta del mondo dei social network. Come fare dunque ad aumentare il numero dei vostri seguaci su Instagram? Fortunatamente basta saper utilizzare le parole giuste in base al contesto; ciò significa che ogni qualvolta deciderete di pubblicare una foto o un video, questi dovranno essere in primo luogo di ottima qualità, e in secondo luogo bisogna necessariamente accompagnarli da quanti più hashtag possibili affinché vengano visualizzati maggiormente.

Se si intende ad esempio lavorare con dei brand italiani sono sufficienti fino a cinque mila seguaci, mentre a livello internazionale si parla almeno di trenta mila followers. Una volta superato questo primo step, quasi certamente verrete contattati da un brand, oppure ancora, attraverso un messaggio privato potrete proporvi al marchio del quale avete più interesse, come influencer, e sperare di essere ricontattati.

Una volta stabilito un accordo inizia la vera e propria collaborazione che deve essere ovviamente presa sul serio perché può permettervi di guadagnare centinaia di euro al mese, ma anche omaggi da parte del marchio e buoni acquisto, semplicemente utilizzando il vostro smartphone; il brand vi chiederà di pubblicizzare della determinata merce un tot di volte al giorno attraverso foto e video; dovrete ad esempio indossare uno specifico cappello, bere una famosa bibita o farvi fotografare con una nota borsa: un gioco da ragazzi per chi adora la moda e guadagnare come top model online.

SEOZoom

Ciò che interessa al brand ai fini del guadagno è la condivisione dell’immagine con la loro merce, il numero di followers che siete in grado di portargli e soprattutto il numero di persone che decidono di acquistare ciò che sponsorizzate; di conseguenza più alto è il numero dei seguaci che possedete su Instagram, più alta sarà la possibilità di essere scelti e quindi la crescita dei vostri guadagni.

Guadagnare soldi su Instagram con un’attività commerciale online

Fare soldi con Instagram può anche rivelarsi come una mossa strategica da parte di piccoli negozi o attività commerciali che intendono farsi pubblicità per aumentare il numero dei propri clienti. Avete un negozio di scarpe e abbigliamento? Vendete accessori moda? Avete mai pensato a realizzare un profilo su Instagram a nome dell’azienda e vendere i vostri prodotti anche online in tutta Italia e perché no anche all’estero?

Quella dello shopping online è una rivoluzione che sta sempre più prendendo piede perché è effettivamente molto più comodo acquistare con pochi click e il più delle volte a prezzi estremamente convenienti i prodotti online; come sfruttare allora al meglio questa opportunità se avete oggetti da vendere? Il metodo è sempre lo stesso: aumentare il vostro numero di followers mediante l’utilizzo di hashtag sensati e mai fuori contesto e riuscire a farvi conoscere a migliaia di persona attraverso un semplice social network. Una volta raggiunto un certo numero di seguaci potrete iniziare a fotografare i vostri prodotti magari su delle modelle o comunque cercate sempre di realizzare foto accattivanti, con colori vivaci e con un’ottima risoluzione; non dimenticate poi di realizzare una dettagliata descrizione del prodotto in questione e qualche frase che riesca ad attrarre i clienti e li convinca a contattarvi.

Una volta realizzata la vostra piccola cerchia di clienti affezionati, il numero delle richieste crescerà giorno dopo giorno grazie al semplice passaparola e riuscirete così a guadagnare stando comodamente seduti sul divano di casa vostra solo utilizzando Instagram. Per avviare il vostro business su Instagram non è necessario, tra le altre cose, possedere un’attività commerciale; ad esempio anche avendo una ridotta quantità di followers potreste vendere privatamente degli oggetti di seconda mano o degli oggetti artigianali che realizzate voi stessi. Si trovano molti esempi e testimonianze sul web, di utenti che attraverso Instagram sono riusciti privatamente a vendere online degli oggetti di arredamento che oramai da tempo non utilizzavano più, come ad esempio: mobili, cuscini e suppellettili.

Potrete fornire all’utente la modalità del pagamento online e concludere così un accordo; tra l’altro ricordatevi sempre di instaurare un ottimo rapporto con i vostri clienti e cercate sempre di soddisfarli così che possano tornare a fare affari con voi. Per arrotondare ulteriormente ed aumentare il numero dei seguaci, il venditore può anche contattare privatamente un influencer, colui cioè che presta la sua immagine per la sponsorizzazione di specifici prodotti e cercare così di portare a termine un accordo lavorativo riuscendo a guadagnare sia grazie all’aiuto di quest’ultimo, che al profilo ufficiale dell’azienda. Probabilmente all’inizio non avrete poi così successo, ma con molta pazienza e tempo, riuscirete senza alcun dubbio a crearvi la cerchia di followers in grado di garantirvi un ottimo guadagno netto ogni mese.

Come guadagnare con Instagram: i 4 metodi migliori!

Sempre più utenti riescono nell’impresa di guadagnare on line grazie alla famosa app dedicata alla condivisione di foto. Stiamo parlando di Instagram, le cui effettive potenzialità sono spesso ignorate dai followers che si limitano ad usarla solo per fini ludici o strettamente legati alle dinamiche social. Quando parliamo di guadagno con Instagram non ci riferiamo ad in introito contenuto che oscilli tra 100 e i 200 euro al mese, con questa app possiamo arrivare a guadagnare un vero e proprio stipendio.

Come guadagnare con Instagram

Ci teniamo a soffermarci su questo punto per farvi capire che qui non si tratta di un metodo per poter arrotondare e di conseguenza di un sistema per poter ricavare piccole cifre costanti nel tempo, con Instagram possiamo non solo guadagnare somme consistenti ma anche ottenere nel tempo in maniera gratuita offerte di viaggi, soggiorni ma anche prodotti di vario tipo. In che modo? Ebbene prima di spiegarvi come guadagnare con Instagram dobbiamo fare una precisazione: il successo di un profilo Instagram non dipende dalla quantità di immagini e video postati, ma dalla loro frequenza, dalla loro qualità e soprattutto dalla loro pertinenza con la tipologia di followers fidelizzati.

In questa guida vi mostreremo i 4 metodi migliori per guadagnare con Instagram:

1.INFLUENCER: il primo modo è quello di diventare un Influencer, e cioè una personalità che influenza la community nella scelta e nell’acquisto di alcuni prodotti. Ovviamente essi sono particolarmente apprezzati e seguiti dalle aziende e dai marchi che propongono loro dei contratti molto interessanti, oltre ad una serie di regali e inviti. Essi sanno perfettamente che una foto nella quale quell’Influencer sta usando il loro prodotto gli consente di ottenere un ritorno di immagine e di introiti superiore alla pubblicità stessa. Ad esempio se su Instagram uno sconosciuto pubblica una foto nella quale mangia in un dato ristorante non succede nulla, ma se a postarla è un Influencer le cose cambiano. Egli infatti riceve centinaia di euro per ogni foto condivisa.

“Instagram non è altro che un’opportunità di amplificare a livello mondiale le dinamiche del mondo reale”. In effetti la differenza tra il mondo virtuale e quello reale è che su Instagram si parte tutti da zero e tutti (davvero!) possono diventare dei personaggi pubblici. Infatti ciò che conta su Instagram non è tanto ciò che sei nella tua vita attuale ma quanti followers puoi influenzare attraverso il tuo profilo Instagram. Di conseguenza a fare la differenza per il tuo futuro successo on line è l’entità dei tuoi followers. A definire un personaggio pubblico un Influencer a tutti gli effetti sono proprio i suoi seguaci che però devono essere attivi e cioè sono sempre pronti a rispondere alle costanti sollecitazioni tramite like, commenti e condivisioni. Se hai MOLTI follower, i brand o comunque tutte le attività commerciali in genere, ti offrono GRATIS i loro servizi o addirittura arriveranno a pagarti pur di fari usare i loro prodotti/servizi.

Quanto si guadagna con Instagram?

Un profilo Instagram con 100mila followers può fruttare al suo proprietario dai 600 agli 800 Euro per ogni fotografia postata. Per fare in modo che ciò accada questi followers devono essere attivi e dunque partecipare attivamente alle discussioni tramite like e commenti. Infatti ciò che conta davvero per un brand al di là del numero delle vendite è l’engagement, cioè l’entità dell coinvolgimento del tuo traffico. Più i tuoi followers sono attivi, più i brand arrivano a considerarti come un ottimo investimento dato che ti pagano ogni volta che promuovi un loro prodotto. Di conseguenza bisogna anche mettere i followers nella condizione di incentivare il confronto e la discussione. In questo senso anche Instagram appare un terreno fertile per le call to action, le chiamate all’azione, che hanno lo specifico scopo di innescare una reazione per coinvolgere il traffico di utenti. Ad esempio molti utenti scelgono la forma della domanda per spingere i followers ad esprimere un’opinione. Il segreto è rispondere a tutti in modo da considerare ogni singola voce.

N.B.: per questa ragion è inutile acquistare 100mila follower su marketplace per 20$, che servono solo a fare numero, ma non sono considerati attendibili dalle aziende, perchè sono seguaci passivi.

Inoltre se un profilo Instagram ha 500mila followers, può fruttare al proprietario dai 1600 ai 2600€ per foto sponsorizzata. L’ideale sarebbe avere un profilo non solo con molti fan ma anche targetizzato su una nicchia specifica di mercato. In quel caso può far fruttare cifre che superano i 10.000$ a foto.

Quello che conta è la web reputation che non deve essere mai intaccata. Basta un feedback negativo per compromettere la propria affidabilità. Sicuramente anche i migliori Influencer hanno recensioni negative ma i brand non sono stupidi e sanno distinguere i feedback cattivi gratuitamente da quelli finalizzati a migliorare l’esperienza della community. Per questo motivo è importante che l’Instagramer sia attento a cosa pubblicizza perchè, nel caso promuova un prodotto di scarsa qualità si ritroverà nel giro di pochi mesi a bruciarsi la reputazione.

Come creare un profilo di successo

Per creare un profilo professionale di successo come quello di Chiara Ferragni, considerata la più famosa instagramer italiana, in grado di generare guadagni stratosferici con Instagram, bisogna puntare ad una serie di obiettivi intermediari, ossia preparativi per raggiungere il successo. Innanzitutto come vi abbiamo illustrato in precedenza bisogna avere una buona base di follower (in Italia contano 5mila, mentre ne servono 30mila a livello internazionale), poi occorre darsi un’identità chiara e accattivante, per questo trovate un argomento che vi appassiona e rivolgetevi solo a quel pubblico con la vostra stessa passione. A quel punto bisogna trasformare i vostri followers in seguaci attivi, e cioè bisogna forzare l’interazione in modo da incuriosire i brand. Per riuscirci occorre usare in maniera strategica gli hashtag.

Come si scelgono gli hashtag giusti?

Essi non sono altro che delle parole chiave scelte dall’instagrammer per facilitare l’accesso dei potenziali acquirenti sulla propria pagina. Ad esempio se stiamo cercando un integratore con delle specifiche caratteristiche scriviamo il suo nome nella search box di Instragram. In un nano secondo ci fornirà tutti i post e i profili che sono associati perchè hanno usato l’hashtag con quella parola. Di conseguenza se non li aggiungete nella didascalia sarà molto difficili farvi trovare. In genere sul web si tende ad inventare degli hastag molto creativi che assomigliano più a dei pensieri che al nome dei prodotti o servizi che state cercando. Ebbene quelli potete metterli in coda, bisogna dare priorità a quelli che identificano il loro prodotto. L’ideale sarebbe metterne 6: uno o due associati al prodotto, uno o due che abbracciano una categoria più ampia a cui appartiene, a seguire può essere interessante citare il luogo, l’evento e infine quelli di carattere ludico in coda.

2. Vendere i propri prodotti

Per vendere dei prodotti su Instagram bisogna imparare ad usare nel modo più giusto e consapevole possibile gli hashtag, con cui è possibile aumentare il proprio pubblico e rendersi visibili a quegli utenti che sono in linea con i nostri interessi. Non è un caso che molte attività commerciali hanno iniziato ad aumentare la propria visibilità con un incremento delle vendite grazie all’uso degli hashtag, In poche parole questi espedienti tecnici non fanno altro che categorizzare i prodotti. In questo modo è più facile per un effettivo consumatore trovare su Instagram ciò che gli serve in rapido tempo. Per vendere con i propri prodotti la procedura è molto semplice: fotografate gli oggetti in vendita, mettete una descrizione accattivante con gli hashtag giusti e improvvisamente inizierete a raccogliere i primi frutti tra messaggi privati e commenti di utenti che chiedono di poter acquistare il vostro prodotto. Addirittura anche i blogger sfruttano Instagram per promuovere i propri articoli e di conseguenza dirottare le visualizzazioni sul proprio sito.

3. Vendere in affiliazione

La vendita in affiliazione su Instagram prevede una pubblicazione dei link speciali al prodotto o servizio in fotografia. Questi link contengono un codice che indica che, l’utente che visita il sito cliccando quel link, è stato invitato da te. In questo modo, se un utente arriva ad acquistare quel prodotto o servizio per cui tu gli hai mandato il link, tu ricevi una percentuale sulla vendita. In generale questo sistema nasce soprattutto per offrire agli utenti una possibilità più nel momento in cui non si ha un argomento specifico su cui puntare. Affiliandosi a questi prodotti o servizi si ha la possibilità di guadagnare solo se la visualizzazione si converte in acquisto. Da questo punto di vista occorre impostare il proprio profilo in una maniera diversa e cioè tematizzando le foto e cercando di accumulare followers i cui interessi sono pertinenti con i prodotti da vendere.

3. Vendere con le proprie fotografie

Se hai la passione per la fotografia potresti emulare quei professionisti che sfruttano i tool per automatizzare il proprio profilo Instagram. Lo scopo è quello di far crescere la propria pagina Instagram fino a diventare discretamente famosi. La popolarità conquistata ti servirà per vendere facilmente le tue fotografie. Su questa lunghezza d’onda Instaprint ha creato un impero, dato che tramite questo sito si possono stampare le foto dal web direttamente sui vari formati e materiali, spedendole direttamente a casa vostra.

Come aumentare i follower su Instagram

Instagram, la nota app dedicata alla condivisione di foto e immagini, come tutti i social, offre una serie di strumenti per guadagnare on line. Anzi a differenza del famoso e popolare Facebook garantisce una maggiore percentuale di conversioni, laddove la galleria delle immagini postate sul proprio profilo viene vista come una sorta di vetrina on line, dove potrete condividere i principali prodotti della vostra attività così come succede per il social spagnolo Pinterest. Per poter monetizzare tramite Instagram occorre innanzitutto capire come incrementare il numero di seguaci verso il proprio profilo, laddove sarà proprio la popolarità conquistata a garantirvi il guadagno sperato.

Come aumentare follower su Instagram?

1.FOTO DI QUALITA’

Innanzitutto bisogna chiarire un punto fondamentale: Instagram è un portale dedicato alle fotografie, di conseguenza bisogna riservare la massima cura e attenzione nella scelta delle immagini che condividerete. Esse rappresentano il vostro biglietto di visita e quindi non bisogna lasciare nulla al caso. Pubblicando scatti suggestivi e originali sicuramente aumenterete il numero dei vostri seguaci. In particolare tra i vari filtri proposti da Instagram per modificare il vostro scatto vi consigliamo: Normal, Amaro, X-Proll, Earlybird, Hefe, Lomo-fi, Rise, Valencia, Brannan e Hudson, che sono considerati quelli più popolari e dunque sinonimo di successo.

2.POSTARE CON FREQUENZA

Per poter incrementare il numero di follower occorre pubblicare foto con una certa frequenza dimostrando uno spiccato dinamismo nella gestione dei contenuti multimediali. In questo quadro risulta davvero importante l’orario in cui vengono postate le foto, laddove secondo un’indagine statistica, intorno alle 17 del lunedi si registra un’intensa attività su Instagram determinando una maggior visibilità per gli account più attivi e dinamici. Questo accade anche il giovedì e il venerdì verso le 15. Bastano 3 ore per capire se una foto ha avuto successo oppure no, dato che in quel lasso di tempo si accerta il 50% dei like e dei commenti.

3.AUMENTARE ENGAGEMENT

Un altro sistema per incrementare il numero di seguaci è quello di aumentare l’engagement del vostro account attraverso la condivisione incrociata su altri social. Per questa ragione è particolarmente consigliato collegare il proprio account Instagram a Facebook, Twitter e Tumblr. A tal proposito basta selezionare l’icona a forma di ingranaggio in alto a destra e selezionare il menù “account collegati”. In questo modo con un solo gesto potrete postare quella determinata foto su tutti i vostri social, spingendo i potenziali clienti o semplici follower a cercarvi anche su Instagram, aumentando il numero di seguaci.

Attenzione però che Twitter a differenza di Facebook o Tumblr non pubblica le fotografie sotto forma di immagini, bensì di link rendendo più difficile incuriosire gli utenti sulla piattaforma. Per ovviare a questo problema è possibile seguire una particolare procedura, avvalendosi del servizio If This Than That, a cui bisogna iscriversi cliccando sulla voce Sign Up (in alto a destra), dopodiché bisogna selezionare l’operazione che si desidera, collegando i vari account all’app tramite il pulsante Connect. A questo punto si deve azionare lo script cliccando sulla voce Add e automaticamente verranno collegati i vostri social con Instagram consentendovi di visualizzare anche su Twitter le immagini.

4.HASHTAG POPOLARI

Uno dei sistemi più comuni e utilizzati per aumentare i seguaci su Instagram è quello di utilizzare degli hashtag popolari e cioè quelli che sono più famosi in merito a quell’argomento. In siffatto contesto non bisogna usare questi hashtag in maniera irresponsabile e cioè creandone alcuni ex novo perché così si rischia solo di infastidire i follower. E’ pur vero che su altre piattaforme gli hashtag creativi hanno sostituito i commenti e le parole stesse degli status, ma su Instagram il discorso è differente dato che gli hashtag impopolari potrebbero comportare una serie di penalità dagli stessi algoritmi della piattaforma.

Come sapere quali sono gli hashtag più popolari?

Per capire quali sono gli hashtag più popolari occorre rivolgersi a Websta, un popolare portale gratuito che mostra i cento hashtag più adoperati sull’app in base agli argomenti prescelti. Tenendo bene a mente che un’altra strategia utile per aumentare i propri seguaci su Instagram è quella di cercare parole chiavi in inglese in modo da raggiungere qualsiasi Paese. Inoltre per chi è alle prime armi consigliamo di aggiungere tra i vari hashtag questo: #firstpost e cioè primo post nel caso in cui si tratti della prima fotografia che postate sul vostro account. In genere la community è ben predisposta a seguire coloro che pubblicano il loro primo post.

5.INTERAZIONE

Bisogna concentrarsi soprattutto sull’interazione e quindi è particolarmente consigliato dare un feedback a coloro che hanno apprezzato il vostro scatto, ricambiando il like o commentando una loro foto. Tenendo bene a mente che gli utenti di Instagram preferiscono i commenti ai like, in quanto sono molto meno frequenti e quindi vi consentiranno di essere notati maggiormente. A tal proposito cercate persone che manifestano interessi analoghi ai vostri, in modo da favorire l’interazione.

6.CONTEST

I contest sono usati anche negli altri social e sono considerati gli strumenti ideali per incentivare l’interazione e la discussione dato che si presentano sotto forma di domanda, e si sa il pubblico social vuole esprimere un’opinione su ogni cosa e su ogni argomento. Nel caso in cui abbiate un’attività potete mettere in palio dei premi vantaggiosi in modo da aumentare i vostri seguaci e nello stesso tempo farvi conoscere dalla community. In particolare i contest che hanno più successo sono quelli che richiedono ai potenziali follower di scattare delle fotografie inerenti alla tematica prescelta e di postarle sul social con un hashtag comune.

Come vorresti guadagnare ?


SEOZoom