Differenza tra AdWords ed AdSense


SEOZoom

La differenza tra Google AdSense e Google AdWords sta nel fatto che se il primo si occupa di pubblicare i banner pubblicitari, Google AdWords punta invece su determinati siti internet di singoli utenti. AdWords consente all’utente la realizzazione dei propri annunci pubblicitari che vengono visionati all’interno tra i risultati della ricerca di Google e all’interno dei siti partner. Google paga poi i publisher web per i clic eseguiti dagli utenti sugli annunci o per le impressioni degli annunci pubblicati sui loro siti, in base al tipo di annuncio. Entrambi sono delle ottime possibilità per ottenere piccole o grandi somme di denaro attraverso internet.

Google Adwords è, ad esempio uno dei programmi che Google mette in campo per ottenere una certa quantità di guadagno. Questa piattaforma permette di realizzare e pubblicare dei banner per il proprio portale inserendoli nel motore di ricerca più visitato al mondo. Il tutto ha un costo ben preciso ed è direttamente dipendente dal volume di pubblicità che viene realizzata e dalle key words che vengono selezionate. Non appena Google accetta i propri annunci, si avrà l’inserimento dei banner all’interno delle pagine di ricerca di Google o all’interno dei vari siti dei publisher che si sono iscritti al servizio di Goolge AdSense e dalle parole chiave scelte da pubblicizzare.

La realizzazione dei banner pubblicitari deve essere preceduta dalla creazione di una piccola descrizione, probabilmente di un link o banner grafici. Subito dopo l’approvazione da parte di Google, l’utente dovrà anche realizzare una cosiddetta campagna pubblicitaria, i cui elementi essenziali dovranno essere attentamente pianificati come il budget, la sua effettiva durata, la tipologia di pubblico al quale dovrà essere indirizzata e, in alcuni casi, anche se esiste la geo-localizzazione. Di fondamentale importanza è la parola chiave che dovrà essere inserita per indirizzare al meglio la propria campagna al pubblico che già mostra interesse per il settore nel quale ci si propone. Una volta che viene portata a termine la lista delle parole chiavi attraverso i tools si potrà selezionare il costo previsto per ogni volta che viene effettuato un click da un internauta. Se verrà inserita la somma di cinque centesimi per ogni click si dovrà pagare una somma di dieci centesimi per ogni click effettuato sull’annuncio che è stato realizzato precedentemente.

Se si desidera ottenere delle posizioni che possano garantire una maggiore visibilità, si dovranno pagare somme maggiori. Nel caso in cui un singolo utente, per la stessa parola che noi abbiamo scelto, decida di pagare una somma che per ogni click è maggiore rispetto alla nostra, il suo annuncio avrà una posizione più favorevole. Questo fattore non significa assolutamente che chi è in grado di pagare una somma maggiore sia in grado di ottenere dei guadagni più consistenti. Nel caso in cui si parta da una posizione di minore visibilità e quindi di svantaggio, si dovrà optare per altri strumenti che possano ovviare a questa condizione. Una maggiore ottimizzazione della campagna pubblicitaria è uno dei provvedimenti da mettere in campo. In questi casi anche l’aiuto di un esperto può risultare davvero utile per ottenere maggiori possibilità di guadagno, in modo da portare l’utente a scegliere la parola chiave giusta e mettere in campo la giusta quantità di soldi così da massimizzare la visibilità della propria campagna pubblicitaria.

Nel caso in cui si operi nel campo degli e-commerce si dovranno mettere in campo una quantità di risorse economiche superiore perché in questo determinato settore, ad ogni utente che clicca potrebbe corrispondere un nuovo acquisto mentre nel caso classico nel quale venga pubblicizzato un negozio solo, non sono necessarie somme troppo elevate. Se si hanno dubbi sull’effettivo funzionamento del sistema, si possono utilizzare i coupon che Google può offrire per testare l’effettiva utilità di AdWords. Questi coupon offrono cifre importanti agli utenti, anche di settanta euro. Sistema del tutto simile quello offerto anche dalle aziende specializzate nel settore che, in alcuni casi, possono offrire agli utenti alcuni voucher così che l’utente abbia l’opportunità di testare realmente il reale funzionamento di Adwords. Uno dei vantaggi di AdWords è il pagamento che è direttamente commisurato ai risultati che gli utenti riescono ad ottenere attraverso l’utilizzo del servizio. Un altro vantaggio è che questo tipo di banner viene visualizzato esclusivamente da chi già risulta interessato a questa particolare tipologia di argomento e quindi con maggiori possibilità di click. Nel caso in cui un internauta cerchi su internet la parola da noi scelta non può che comparirgli sulla home. Ma le possibilità di ottimizzazione della campagna riguardano anche altri target ben precisi come anche quello geografico.

Si può selezionare, ad esempio, una determinata area del nostro paese dove la nostra campagna pubblicitaria possa concentrarsi maggiormente. Questo può succedere soprattutto nel caso in cui la propria attività sia particolarmente legata al territorio sul quale opera. Ma le possibilità che Google mette in campo per ottimizzare la propria campagna pubblicitaria sono davvero enormi. E’ anche l’orario di pubblicazione degli annunci uno degli elementi che possono essere selezionati dall’utente. Questo accade perché persino sul web esistono delle “ore di punta” cioè dei determinati periodi della giornata nel quale il traffico degli utenti è maggiore, ma è anche possibile selezionare dei determinati giorni nei quali i propri annunci potranno avere una maggiore visibilità. Questo determinato aspetto può essere utile a chi possiede un’attività che ha un forte legame con determinati periodi dell’anno o che può essere più utile in alcuni specifici giorni. La gestione delle pubblicità nel prossimo futuro è, ad esempio, una delle tecniche che utilizzano normalmente i colossi informatici come Google e Facebook: giganti che ottengono guadagni miliardari proprio attraverso questo sistema.

AdWords è, a tutti gli effetti, uno degli strumenti più potenti per accedere ad una visibilità maggiore su internet. Il tutto sta nell’ottimizzazione del programma e nell’utilizzare nel migliore dei modi, gli strumenti che Google ci mette a disposizione, analizzando i propri obbiettivi. Uno dei vantaggi maggiori di AdWords è proprio l’estrema facilità di utilizzazione; a partire dall’iscrizione che è estremamente semplice e sopratutto completamente gratuita. E’ di fondamentale importanza fissarsi un obbiettivo ben preciso. Essenziale è anche la parola chiave che viene selezionata; quest’ultimo è lo strumento essenziale che guida la propria campagna pubblicitaria semplicemente perché, come detto in precedenza, è l’elemento cardine intorno al quale ruota l’intera campagna pubblicitaria della propria attività. Di fondamentale importanza anche l’iscrizione dell’annuncio che dovrà attirare il più possibile l’attenzione dell’utente. Entrambe le operazioni sono molto importanti nella strategia della pubblicitaria che si vuole realizzare. Nel caso in cui non si desideri avere un testo pubblicitario, si può caricare un’immagine così da realizzare un banner grafico. A questo punto, l’annuncio sarà pronto e bisognerà sperare che la propria strategia possa portare i frutti sperati, nel più breve tempo possibile. Un particolare da tenere bene in considerazione è che non basta riuscire ad ottenere una grande quantità di visite sul proprio sito per riuscire ad ottenere dei risultati soddisfacenti: è indispensabile che queste visite si trasformino in effettivi click sul proprio banner pubblicitario.

Sono tante le tecniche che possano trasformare delle visite in click sugli annunci pubblicitari. Google AdWords non dovrà costituire l’unico canale pubblicitario che la propria attività utilizza. Nonostante ciò con delle specifiche funzioni, anche AdWords può risultare una buona risorsa se ad esempio si effettuano ripetuti test con l’utilizzo di diverse parole, così da verificare la reale efficacia di ognuna di essa utilizzando, così, quella che permette di ottenere entrate maggiori. Orientare la campagna verso un pubblico che non si limiti solo a documentarsi sull’argomento contenuto all’interno del sito internet, ma anche che possano essere interessati al prodotto sponsorizzato all’interno del sito e quindi nel banner pubblicitario. I messaggi contenuti nell’annuncio dovranno essere sempre chiari e diretti con descrizioni breve e sintetiche del prodotto che si propone all’utenza. E’ importante, ad esempio, che l’utente sia spinto a compilare uno specifico prospetto che magari possa spingerlo anche a fornire l’email così che possa ricevere delle mail periodiche . Solo in questo modo AdWord potrà essere un ottimo modo per mettere in vetrina i proprio prodotti e per garantire profitti alla propria attività. Le relazioni tra AdSense ed AdWords sono tante; basti pensare che i banner che vengono inseriti all’interno dei siti vengono presi dagli annunci che collocati in Google AdWords cioè dagli annunci a pagamento, quindi AdWords non dipende da AdSense, ma viceversa. Sia AdWords che AdSense possono essere degli ottimi strumenti per gli utenti che utilizzano abitualmente internet e che magari vogliono sfruttare la rete a proprio vantaggio.


SEOZoom