Il blocco degli annunci


SEOZoom

Il controllo effettivo sui banner pubblicitari presenti su Google AdSense permette di utilizzare diverse opzioni. Come detto una delle principali è “Consenti e blocca annunci”. Cliccando su questa opzione è possibile comunicare agli amministratori di Google AdSense quali sono i banner che non si desiderano visionare sul proprio portale. Però attenzione, perchè ogni annuncio bloccato può portare ad una diminuzione delle potenziali entrate. Per questo motivo è di fondamentale importanza bloccare solo gli annunci che realmente non si vogliono vedere sul proprio sito e soprattutto riflettere bene prima di bloccare una determinata categoria di banner soprattutto se non ritenuti adatti allo standard di utenti che frequentano il proprio sito internet.

Ad esempio uno dei motivi che più spesso indicano un blocco di un determinato banner è quello di evitare di fare pubblicità ai competitor. Per bloccare i siti concorrenti in questo caso basterà inserire l’indirizzo URL di questi determinati siti internet per non visualizzarli all’interno dei propri contenuti. Anche una determinata categoria di annunci può essere bloccata. Possono essere tanti i motivi che spingono il proprietario del sito a bloccare una determinata categoria di banner pubblicitari. Uno di questi può essere la categoria di utenti del proprio sito giudicata non adatta alla visione di determinati argomenti come la religione o la politica. Anche gli annunci riguardanti il sesso possono essere bloccati per ovvi motivi. Il blocco delle reti pubblicitarie può avvenire, invece, solo per impostazione predefinita.

L’utente può comunque bloccare determinate reti pubblicitarie di terze parti oppure tutte le reti pubblicitarie future. Una specifica attività di verifica può essere impostata grazie all’opzione “Centro verifica annunci”. Quest’ultimo permette di controllare ed intervenire sui singoli banner che possono essere inseriti sul proprio sito. Grazie alla pagina “Impostazioni” è possibile selezionare l’impostazione di verifica che più sembra congeniale.

Una delle opzioni che è possibile selezionare prevede di scegliere manualmente l’annuncio pubblicitario che si desidera sul proprio sito internet. Si può pubblicare gli annunci immediatamente permettendo così di massimizzare le proprie entrate potenziali mettendo in concorrenza gli annunci idonei alla pubblicazione immediata sul tuo sito.

E’ inoltre possibile verificare i vari annunci pubblicitari che sono stati inseriti sul proprio sito, indipendentemente dal tipo di targeting. Un’altra possibilità prevista da Google AdSense è quella di sospendere tutti gli annunci per un periodo di 24 ore così che possano essere controllati. Questa determinata opzione offre la possibilità di controllare attentamente gli annunci con targeting per posizionamento molto prima che siano inseriti sul proprio sito internet e magari scegliere se pubblicarli o meno sul proprio portale.

Qualsiasi opzione venga selezionata, è possibile controllare gli annunci giudicati adatti o no alla collocazione sulle proprie pagine e bloccarli in base all’annuncio o anche dell’account AdWords. Se scegli “Sospendi gli annunci“, i nuovi annunci verranno visualizzati nella scheda “Prossimi annunci”. Se si clicca sull’opzione “Pubblica annunci“, i nuovi banner saranno visualizzati nell’apposita scheda “Pubblicati” mentre tutti quegli annunci pubblicitari che si è scelto di bloccare in passato saranno inseriti nella scheda “Bloccati”.


SEOZoom