Trading Online: La deviazione standard



La deviazione standard

In questo articolo avremo modo di spiegare e di trattare di cosa parliamo quando ci riferiamo alla deviazione standard. Questa deviazione è un particolare strumento matematico molto utile per chi vuole avere una determinata conoscenza avanzata nel settore del trading online e ovviamente anche degli aspetti prettamente tecnici in riferimento all’economia e alla finanza.

Suggeriamo nuovamente di usare la piattaforma Plus500 per scoprire e provare in maniera del tutto gratuita questo particolare tipo di strumento analitico. In ambito finanziario e del mercato gli esperti di trading online fanno in modo da usare una certa funzione grafica per indicare la variabilità di una certa attività, questa è proprio la deviazione standard. Ma cosa si tratta in maniera più pratica?

Questa funzione grafica rappresenta la misura della variabile dell’attività economica stessa e quindi anche il suo grado di rischio, anche se in maniera implicita e mai diretta, toccherà a noi capirlo. Questa deviazione standard è uno strumento usato anche dal modello di quotazione di prezzi, ovviamente serve per determinare un certo rischio da parte di un prezzo posizionato sul mercato.

Cominciamo, prima di prendere in considerazione diretta la deviazione standard, a determinare alcuni importati aspetti per poterla poi comprendere in maniera più profonda e immediata, senza tante complessità. Prendiamo subito in considerazione la volatilità. Quando trattiamo di volatilità nel trading online ci riferiamo a una certa misura tra la variazione del rendimento e quella del mercato. In parole povere la volatilità ci spiega come si comporta un certo tipo di rendimento di un titolo, che può essere anche un’azione, in relazione a un particolare mercato. La deviazione standard è uno degli strumenti che ci aiutano a misurare proprio la volatilità di un’attività e a comprenderne quali siano i rischi dell’attività stessa. Questo concetto di rischio, dovrebbe essere già impresso nelle nostre teste, per cui non ci dilungheremo oltre nel ritornare a spiegarlo.


La deviazione standard: di cosa si tratta?

Prendiamo in considerazione ora la deviazione standard in rapporto al suo punto di vista più prettamente pratico o tecnico. La deviazione standard è detto anche “scarto tipo” e ci rappresenta un certo tipo di indice di dispersione delle nostre misure sperimentali. In altre parole si tratta di una stima della variabilità di un prezzo di mercato. Quando ci troviamo a fare un calcolo nella deviazione standard consideriamo la dispersione intorno al valore atteso oppure alla sua stima. Quando invece parliamo di deviazione standard in campo statistico ci riferiamo a essa come “precisione”.

Quindi in parole povere possiamo definire la deviazione standard come un intervallo in cui i dati si muovono attorno a un dato. Prendiamo per esempio un prezzo di un’azione di 50 euro, possiamo avere una deviazione standard di 20 euro se questa si muove tra i 30 e i 70 euro. Quindi la variazione standard ci suggerisce che può forare i 20 oppure andare sotto questi 20 oppure addirittura sotto i 50 euro.

Per quanto riguarda la piattaforma 500Plus si può impostare l’indicatore relativo alla deviazione standard e premere il pulsante f(x), poi impostare come si desidera. Questa piattaforma è molto facile e intuitiva da usare dobbiamo solo selezione l’indicatore deviazione standard dall’elenco degli indicatore, attivarla e poi selezionare il periodo desiderato e scegliere il colore che preferiamo proprio per indicare questa deviazione. Possiamo ad esempio selezionare una deviazione che punta a una settimana, oppure anche a una giornata sola, non abbiamo problemi di scelta, quello che ci serve al momento possiamo selezionarlo tranquillamente dal periodo della deviazione stessa. Ricordiamo sempre che comunque questi tipi di strumenti sono disponibili in maniera gratuita e cominciare a imparare ad usarli è molto più semplice e non impieghiamo denaro.