Trading online: investire nell’oro



La prima regola per avere dei profitti, o guadagni che dir si voglia, quando ci apprestiamo a fare degli investimenti nel trading online è quella di fare un’analisi completa degli asset. Chi si appresta a fare il trader deve assolutamente conoscere in maniera dettagliata e precisa gli asset nei quali investire. Ma deve anche essere aggiornato circa le principali notizie e gli strumenti nel campo economico, sempre in perenne aggiornamento. Il trader deve, inoltre, visualizzare e interpretare le varie quotazioni, che vengono offerte in tempo reale.
Per quanto riguarda gli asset, quelli principali possono essere:

  • materie prime, chiamate anche commodities
  • indici
  • titoli societari quotati in borsa
  • coppie di valute

In questo caso ci appresteremo a parlare di una delle materie prime, o commodities, tra le più conosciute e usate dai trader del mondo intero: l’oro. L’oro è senza dubbio una delle commodities più importanti in quanto rappresenta un bene rifugio. Per fare un semplice esempio pensiamo a quando il mercato è in fase di recesso e il prezzo dell’oro schizza alle stelle o viceversa. L’oro, di solito, cala nel prezzo rispetto all’indice della borsa. Il principio base è il seguente: se il mercato, che può essere quello delle azioni o quello delle obbligazioni, rende poco o nulla, dobbiamo buttarci nell’acquisto di un bene materiale che mantiene il suo valore nel tempo, anche se a volte può capitare che nell’arco di diversi anni il bene possa perdere molto valore rispetto agli anni passati. Questo è il caso dell’oro, che ha perso molto del suo valore, rispetto a quello che aveva nel 2011.

Per quanto riguarda il rapporto tra il trading online e l’oro, questa commodities si presta molto bene al trading, in quanto ha una grande volatilità, è un grande sottostante per le opzioni binarie. Precedentemente abbiamo detto che l’oro è un bene rifugio, ma di cosa si tratta concretamente? Significa che tale materia è facile da scambiare, grazie alla qualità delle sue caratteristiche, come la volatilità e la liquidità, ma è anche caratterizzata da vantaggi tra cui troviamo lo scambio come moneta in tempo di guerra; può essere facilmente riconosciuto in ogni angolo della Terra e infine il suo valore aumenta nel tempo.


Investire nell’oro: cosa sapere prima di farlo

Per investire sull’oro dobbiamo conoscere alcune questioni. Come si diceva prima l’oro ha la caratteristica di avere un’alta volatilità, ciò significa che tale materia è caratterizzata da diverse variazioni nell’arco di una giornata. Queste variazioni hanno dei fattori positivi, ma anche negativi. C’è sicuramente da un lato la possibilità di un guadagno da parte del trader, ma dall’altro lato c’è il rischio di perdere tutto il capitale che ha investito.

Occorre quindi considerare ogni singola azione e di valutarne il rischio che si corre. Per concludere bisogna che sapere che le quotazioni dell’oro hanno la tendenza ad aumentare nel tempo a un ritmo davvero rapido. Vediamo ora quali sono i principali fattori che possono influenzare il prezzo dell’oro. Il trader deve avere ben presente quali sono i principali fattori che vanno a influenzare il prezzo di una commodieties come l’oro:

  • il fattore più importante è quello del dollaro statunitense, che influenza il prezzo più di chiunque altro. Facile da comprendere quale sia il motivo di questa influenza: l’oro viene acquistato proprio usando questa valuta. In sintesi maggiore sarà il prezzo del dollaro, più alto sarà quello dell’oro e viceversa
  • altro fatto molto importante è l’influenza dei mercati a livello globale. I trader nei periodi di crisi si gettano a investire sui beni rifugi quale appunto l’oro.
  • anche le news economiche hanno il loro rapporto con il prezzo dell’oro e per questo motivo occorre essere aggiornati costantemente su i vari tipi di asset.
  • Infine ci sono tre fattori che sono legati tra loro: la domanda, l’offerta e la speculazione, queste influenzano costantemente il prezzo dell’oro.