Trading online: Cuneo o Trading Wedge



Cuneo o Trading Wedge

In un articolo precedente abbiamo avuto modo di parlare e di vedere in particolar modo le figure del triangolo simmetrico e delle figure di flag e pennant, con il cuneo o trading wedge andremo a trovarci delle figure molto simili ma con delle differenze che sono fondamentali e che è giusto mettere in evidenza in maniera separata.

Partiamo subito con lo spiegare cosa sia la figura del cuneo o trading wedge. Questa è una figura che può essere collegata ai pattern continuativi, infatti questa è una figura di continuazione e molti trader la ritengono essere molto affidabile per le loro azioni. Diciamo subito che la figura del cuneo è formata da due linee che convergono verso un punto unico.

Quindi possiamo dire che il può può andare a svilupparsi in maniera rialzista o in maniera ribassista. Avremo dunque un cuneo virtuale, molto simile a una bandierine che tende all’alto nel primo caso, mentre avremo un cuneo virtuale che punta al basso nel secondo caso. Occorre comunque notare che, a differenza della bandierina, il cuneo è molto più allungato, proprio perché impiega più tempo rispetto a un triangolo simmetrico.

Eppure ci possono essere delle situazioni in cui ci troviamo davanti a un po’ di confusione. Infatti con la figura del cuneo, possiamo avere anche un cuneo discendente ma in un caso di mercato al rialzo, oppure un cuneo ascendente nel caso di un mercato al ribasso. Ora vediamo con precisione quando si verifica la presenza del cuneo o trading wedge. Diciamo subito che questo tipo di figura si verifica in maniera chiara e netta durante dei trend chiari. Questo non vuol dire che andrà a crearsi in ogni trend che sia chiaro, ma ovviamente sarà possibile vederlo solo rispetto a una certa concomitanza con questi particolari trend.


Il cuneo si forma quando ci troviamo in una specie di pausa poco prima che il mercato possa riprendere il suo trend. Il cuneo, al suo interno, ha dei movimenti che sono sovrapposti con dei volumi decrescenti. Nel momento in cui il cuneo va a completarsi, quindi si giunge ad alcuni movimenti molto piccoli che siano ascendenti o discendenti, ci stiamo per trovare davanti a una rottura. Questa rottura sarà al rialzo nel caso del cuneo discendente e al ribasso nel caso del cuneo ascendente.

Cuneo o Trading Wedge nel dettaglio

Prendiamo ora in considerazione in maniera più specifica il momento in cui si verifica la rottura. La figura del cuneo o trading wedge può farci adottare due particolari tipi di trading:
– possiamo pronosticare la formazione completa del cuneo, dobbiamo quindi aprire una posizione prima della formazione completa del cuneo, facendo in modo da puntare su fatto che il cuneo vada poi a completarsi, anche se in realtà non è ancora completo.

– possiamo attendere il completamento del cuneo e la sua rottura, dobbiamo quindi aprire una posizione dopo la formazione completa del cuneo, ma non solo, anche dopo la sua rottura, quindi attenderemo che si formi il cuneo virtuale completo e attenderemo la sua rottura prima di aprire una posizione. Anche per quanto riguarda la figura del cuneo virtuale, ci sono dei volumi di scambio, che come abbiamo visto in articoli precedente sono praticamente l’indice che segnala l’efficacia di una determinata figura o di un segnale.

Maggiori sono i volumi, maggiore sarà la precisione come cui avremo dei grafici che ci comunicano delle informazioni. Possiamo applicare questi volumi anche per quanto riguarda la presenza del cuneo virtuale o trading wedge, in questo modo saremo certi che possiamo avere delle informazioni certe per quanto riguarda la formazione del cuneo stesso oppure riguardo alla sua rottura. Avendo infine così più certezza nell’aprire le posizioni.