Rendimax: conto deposito Banca Ifis



In questi momenti di maggior crisi nel nostro Paese si sente sempre di più parlare di conto deposito e di conto risparmio. Eppure nonostante se ne parli in maniera sempre più maggiore, non tutti hanno ben chiaro che cosa siano questi conto deposito e conto risparmio. In questo articolo parleremo del conto Rendimax.

Sommario

Per quanto riguarda il conto deposito e il conto risparmio, questi sono delle fonti di risparmio non indifferenti, in quanto coloro che prendono la decisione di investire del denaro vogliono farlo senza rischiare di incappare in rischi o cercare comunque di limitare i danni.

Le tutele di questi due conti sono affidati e garantiti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD), il quale decide di intervenire nel caso ci sia un fallimento dichiarato da parte di una banca. Il FITD in poche parole tutela chi investe del denaro, ma le cifre non devono superare i 100.000 euro.

Prima di decidere di investire dei soldi, dobbiamo prima prestare attenzione ai vari vincoli e condizioni che l’istituto bancario prevede sui nuovi conti.

Che cos’è Rendimax

Rendimax è semplicemente un conto deposito di risparmio gestito dalla Banca Ifis S.p.A. nel quale l’investitore o il cliente mette una cifra di denaro. La cifra depositata dal cliente sarà restituita dalla banca, ovviamente dopo richiesta specifica del cliente oppure alla scadenza nel caso si tratti di un conto vincolato, oppure con un prevviso. La banca restituirà la cifra con gli interessi che sono stati decisi quando è avvenuta l’apertura del conto.

Ci sono tre tipi di conti Rendimax: il Rendimax Vincolato; il Rendimax Libero e il Rendimax Like.

Il conto Rendimax Vincolato

rendimax vincolatoQuesto tipo di conto deposito è quello che ha gli interessi più alti offerti dalla banca Ifis ai suoi clienti o investitori. Cosa si può fare attraverso questo tipo particolare di conto? Tramite il conto Rendimax Vincolato, un cliente può versare o depositare del denaro in minima quantità con delle scadenze determinate precedentemente. Questo ovviamente va a comportare il fatto che il cliente non abbia la possibilità di prelevare delle somme prima di una certa scadenza.

In questi termini il cliente potrebbe desistere nel vincolare il suo denaro a un periodo di tempo che varia dai tre ai cinque anni, ovviamente però se andiamo poi a considerare gli interessi che ci sono alla scadenza di tale vincolo, possiamo ragionare in termini positivi; questo perché ogni anno ci sono delle percentuali di interessi:

  • Su un vincolo di tre anni, gli interessi sono del 2,15%
  • Su un vincolo di quattro anni, gli interessi toccano il 2,30%
  • Su un vincolo di cinque anni, gli interessi arrivano al 2,60%

Ovviamente per varie ragioni, come è logico sapere, per aprire e quindi accedere a questo tipo di conto deposito dobbiamo versare sul conto una somma di denaro minima, in questo caso la somma minima è di 1000 euro.

Nel caso il cliente avesse la necessità di dover ritirare il denaro versato, gli converrà in questo caso accedere al vincolo che viene definito Top. Questo prevede degli interessi molto più alti sul vincolo definito First, al quale possiamo accedere alla liquidazione anticipata.

Per quanto riguarda gli interessi del vincolo Top, questi sono i seguenti:

  • Per tre mesi di vincolo, gli interessi sono dello 0,70%
  • Per sei mesi di vincolo andiamo sullo 0,75%
  • Per nove mesi di vincolo tocchiamo l’1,20%
  • Per dodici mesi di vincolo tocchiamo lo 0,80%
  • Per diciotto mesi di vincolo tocchiamo la soglia dell’1%
  • Mentre per ventiquattro mesi di vincolo gli interessi sono dell’1,40%

A questo punto è facile intuire che la liquidazione dei vari interessi per quanto riguarda il conto Rendimax Vincolato Top, dove sono più alti rispetto al First, c’è una clausola diversa per la liquidazione. In questo caso, a differenza del conto First, dove la liquidità può essere anticipata, nel vincolo Top questa è posticipata, infatti gli interessi verranno liquidati ogni tre ogni oppure alla scadenza del vincolo.



Il conto Rendimax Libero

rendimax liberoC’è una differenza tra il conto Rendimax Vincolato e il conto Rendimax Libero, infatti rispetto al precedente conto il conto Rendimax Libero ci garantisce degli interessi, anche se questi sono più bassi. Perché questi interessi sono più bassi? Semplicemente perché questo tipo di conto ci offre la possibilità di svincolare il nostro deposito in qualsiasi momento.

In una linea più pratica che ci aiuta a comprendere meglio questo conto, abbiamo che se da un lato c’è la possibilità del prelievo della somma depositata, dall’altro lato la banca Ifis ci permette in quanto suoi clienti, di maturare degli interessi pari allo 0,75% annuali, che ci vengono in questo caso accreditati sul conto dopo ogni trimestre.

Il conto Rendimax Like

rendimax likeQuando parliamo di questo tipo di conto, ovvero il Rendimax Like, dobbiamo specificare il fatto che tra i tre conti deposito di cui abbiamo accennato precedentemente, questo è quello più social e che può essere tranquillamente definito nato dal web.

Il conto Rendimax Like è in sintesi una via di mezzo, se non vogliamo definirlo un mix tra il conto Rendimax Libero e quello Vincolato, in questo caso possiamo svincolare i nostri soldi prenotandolo. Ovviamente per l’accredito dei soldi avremo la necessità di attendere circa 33 giorni prima che sia avvenuto. La cosa interessante è che nell’arco di questi 33 giorni gli interessi continueranno a maturare.

Per quanto riguarda la scadenza di questo conto deposito possiamo dire che non ce ne sia una vera e propria, in linea generale e tecnica la scadenza può anche essere illimitata ed è il cliente che la fissa. Per quanto riguarda la percentuale di interessi che si maturano annualmente sono pari allo 0,75%, il che non è affatto male per il cliente che non vuole vincoli e si accontenta dei suoi interessi.

Come aprire il conto Rendimax e i suoi costi

aprire conto rendimaxPer quanto riguarda il fatto dell’apertura del conto deposito Rendimax dobbiamo in maniera molto semplice accedere nel sito della banca Ifis e a questo punto decidere quale tipo di deposito risparmi abbiamo intenzione di aprire, quindi se è un conto monointestato o cointestato. Ovviamente il tutto sarà molto più facile se ci metteremo a seguire le linee guida che ci vengono offerte dalla banca stessa sul suo sito.

Come per l’apertura di qualsiasi tipo di conto deposito bisognerà provvedere all’inserimento e all’inoltro di vari documenti dell’intestatario del conto deposito.

  • Inserire i nostri dati personali, quali nome, cognomi, codice fiscale, documento d’identità in corso di validità;
  • Inserire il nostro codice IBAN
  • Scansionare il nostro documento di identità e il codice fiscale che abbiamo inserito al momento dell’iscrizione. Questi devono essere in formato PDF o JPG.

Ora dobbiamo compilare tutte le voci che ci troveremo davanti il modulo e a quel punto cliccare su “Apri”. Nel momento in cui apriremo il conto online avremo la possibilità di usufruire della firma digitale e quindi tutta la parte burocratica quale stampa e invio di documentazione cartacea verrà completamente bypassata. Avremo solo bisogno di un numero di telefono, un indirizzo di posta elettronica per poter ricevere le notifiche bancarie e i file dei documenti di identità.

Ora dobbiamo solo attivare il nostro conto deposito Rendimax che abbiamo appena aperto, per fare questo dobbiamo effettuare un bonifico di attivazione sul conto. Subito dopo il nostro conto deposito sarà attivo. Niente di più facile e veloce. Ricordiamo nuovamente che per l’attivazione del conto deposito di risparmio la somma da depositare è di minimo 1000 euro.

Una volta aperto il nostro conto Rendimax dobbiamo solo rientrare sul sito della banca Ifis ed entrare nella nostra area riservata. A questo punto avremo la possibilità di decidere come vincolare i nostri soldi, quindi ad esempio con un conto dei tre citati prima, selezionare la tempistica del vincolo e la modalità con la quale liquidare gli interessi che abbiamo maturato.

Dopo tutto questo l’unica cosa è attendere la scadenza del vincolo. La somma versata all’inizio al momento della scadenza del vincolo, viene accreditata sul conto Rendimax Libero e può essere nuovamente vincolata. Questo è valido anche per quegli interessi maturati.

Per quanto riguarda i costi del conto deposito Rendimax la Banca Ifis offre ai suoi clienti delle spese di gestione e dell’apertura del conto deposito, totalmente gratis, allo stesso modo è gratis anche la carta per effettuare i pagamenti tramite POS. Questa carta può essere richiesta dai clienti al momento dell’apertura del conto deposito.

L’unica spesa che deve sobbarcarsi il cliente è quella dell’imposta di bollo, questa imposta viene applicata al rendimento lordo dei depositi. Tale tassa è del 26%.

Opinioni favorevoli sul conto deposito Rendimax

opinioni conto rendimaxSu questo tipo di conto deposito ci sono sicuramente molti punti a favore e questi sono i seguenti:

  • Il funzionamento del conto deposito
  • La gestione del nostro conto
  • L’efficienza del sito internet della Banca Ifis

L’unico punto a sfavore è il tempo, ma questo è logico in quanto se vogliamo avere dei profitti alti occorrerà depositare sul nostro conto una certa cifra e attendere anche dei periodi piuttosto lunghi, si parla di dieci, quindici o vent’anni per fare in modo che questi fruttino con gli interessi, ma questo è già stato specificato precedentemente.
Questo è l’unico punto a sfavore, ma ricordiamo che le opinioni per affidabilità e solidità sono tutti positive.