Neo: una criptovaluta innovativa



Neo: criptovaluta innovativa

In pochi sicuramente avranno conosciuto la criptovaluta che si presenta sotto il nome di Neo. In effetti, fino a qualche anno fa, questa criptovaluta si chiamava Antshares e fino a qualche tempo fa era davvero sconosciuta. Possiamo però dire che questa moneta virtuale possa cominciare a fare concorrenza al Bitcoin e all’Ethereum. C’è da dire che i creatori dell’Antshares per soddisfare i clienti e in servizi a loro dedicati hanno creato una nuova blockchain nominata OnChain. Inoltre dal giugno di quest’anno la Antshares è stata rinominata Neo. Due mesi più tardi la Neo è entrata di diritto nell’alveo delle criptovalute, a tutti gli effetti. Nonostante la Neo venga definita la Ethereum cinese o dissacrata come Ethereum dei poveri, questa criptovaluta è la prima a essere una open source, che prevede di base una blockchain decentrata.

La novità di questa criptovaluta è senza ombra di dubbio quella di digitalizzare le risorse in in particolare mix che si basa proprio sulle potenzialità della blockchain. Inoltre punta a usare dei contratti intelligenti e autofinanziati per digitalizzare le risorse materiali rendendole in questo modo a portata di tutti. Per conoscere meglio questa criptovaluta dobbiamo notare che lei stessa si definisce una rete per l’economia intelligente. Questa definizione ci rende in maniera chiara l’idea di fondo della Neo. Ma in altri termini cosa significa questo?


Neo: vantaggi di una nuova criptovaluta

Significa che i tradizionali asset a cui abbiamo ormai fatto l’abitudine vengono digitalizzati attraverso i contratti intelligenti di cui si parlava prima. A questo punto queste attività digitali sono protette da una blockchain, che viene sfruttata in questo caso. In altri termini così facendo aumenta senza dubbi la fiducia di chi investe sulla Neo. A parte la blockchain unica che comunque rappresenta un vantaggio incredibile, la Neo ha anche chiuso alcuni bugs che l’avrebbero resa più vulnerabile agli attacchi hacker e questo la pone in vantaggio anche in sicurezza contro una criptovaluta come ad esempio l’Ethereum.