Creare un sito per guadagnare



Hai un tuo sito internet e vuoi incrementare i tuoi profitti? Esistono diversi metodi per Creare un sito per guadagnare. Partiamo con le pubblicità pay per click contestuale, pubblicità che vengono inserite sotto forma di banner grafici o testuali all’interno dei siti; ogni nuovo accesso da parte di un utente si tramuta in un guadagno. Il sistema più usato è quello di Google AdSense. L’aspetto positivo di questo sistema è che si implementa facilmente in ogni sito o blog; l’aspetto negativo è che non risulta molto remunerativo.

Creare un sito per guadagnare

Passiamo ora a parlare delle pubblicità di tipo non contestuale, lo cosiddette affiliazioni. In questo caso, quando il sistema procura una vendita, se sei affiliato a un merchant che dà delle buone commissioni, puoi guadagnare il corrispettivo di centinaia di click con una sola vendita. Inoltre, spesso il contenuto linkato è un servizio di grande utilità per il visitatore. D’altro canto, però, è un sistema di non facile utilizzo che richiede competenze di web marketing. Un’altra possibilità è data dalle pubblicità di tipo pay per impression. Con questo sistema si guadagna sulla base delle visualizzazioni dei banner, a prescindere se il visitatore ci clicca sopra o meno. Generalmente, il profitto si calcola ogni 1.000 visualizzazioni (detto CMP). È quindi un sistema vantaggioso solo se gestisci un sito con un grande numero di visitatori; in caso contrario, i guadagni risultano essere troppo risicati.


Prendiamo ora in considerazione le pubblicità tramite feed RSS. Questo metodo è adatto se hai qualche migliaia iscritti tramite il feed RSS del tuo sito. In questo caso, potresti sfruttare le pubblicità all’interno del testo dei tuoi post. In alternativa, ci si può affidare ad aziende che inseriscano annunci pubblicitari direttamente all’interno dei contenuti del tuo feed RSS.
Vediamo infine due metodi meno usuali. Se il tuo sito offre servizi o software gratuiti potresti cercare di guadagnare grazie alle donazioni PayPal, offerte libere da parte dei visitatori. Concludiamo dicendo che potresti inoltre essere contattato dall’amministratore di un altro sito alfine di inserire, in cambio di denaro, uno o più link che puntano al suo sito.