Quale CMS usare per il tuo sito web



Una delle priorità nella creazione di un sito è la scelta del software per la gestione dei tuoi contenuti. In altre parole il primo passo da fare nel momento in cui si decide di creare un sito è quello di scegliere attentamente il CMS adatto per il tuo spazio web.

Cms

Con tale acronimo che sta per Content Management System si vuole indicare un sistema all’avanguardia che consente in maniera facile ed intuitiva di gestire la componente contenutistica del tuo sito, grazie ad una serie di semplici pannelli di amministrazione dai quali poter modificare widget e plugin, senza dover necessariamente conoscere il linguaggio HTML. Ovviamente questi software hanno contribuito a svincolare i webmaster dalla gestione dei contenuti del proprio sito, facilitando in maniera esponenziale le varie fasi editor dello spazio web.

In siffatto contesto anche coloro che sono sprovvisti di una preparazione informatica di base possono accedere alle funzionalità di questi CMS che consentono di creare e aggiornare siti dinamici senza progettare uno specifico database o conoscere nel dettaglio i linguaggi di programmazione. A tal proposito questa semplicità nella gestione del sito si applica anche all’aspetto esteriore delle singole pagine che possono essere personalizzate con un foglio di stile CSS che solitamente viene progettato per uno specifico CMS.

Come scegliere il CMS per il tuo blog

A questo punto però una domanda sorge spontanea: come scegliere il CMS per il tuo sito web? La risposta a tale interrogativo è racchiusa nelle funzionalità e nella tipologia del sito stesso. Ragion per cui in generale questa importante scelta va’ fatta a seconda del tipo di spazio web che abbiamo creato e soprattutto in relazione agli strumenti e ai relativi servizi che abbiamo dotato il nostro sito. Per questa ragione vogliamo fornirvi una lista dei principali CMS in circolazione, specificando per ognuno di loro il grado di utilità e la loro specifica competenza, in modo da capire quale sia il software più adatto per il progetto editoriale on line che stiamo creando.

Tra i criteri preferenziali verso cui dobbiamo orientarci in questa scelta vi è quello di analizzare con attenzione le due parti che costituiscono un CMS: il back end e cioè l’interfaccia amministrativa che ci consente di gestire le varie configurazioni ed avere sotto controllo tutti i contenuti e il front end, e quindi come il sito web è visibile ai nostri clienti, con tutti i prodotti e le varie informazioni di contatto.

Tenendo bene a mente un fattore decisivo nella scelta del CMS e cioè il numero di plugin utili ai fini dell’ottimizzazione in chiave SEO. Questo aspetto non va’ né sottovalutato e né trascurato perché se ci imbattiamo i software aggiuntivi non funzionanti o non aggiornati rischiamo di essere soggetti a penalizzazioni. Tale discorso ci permette di introdurre uno dei migliori CMS in rete e cioè WordPress, sostenuto da una comunità di grandi professionisti del settore costantemente aggiornati. Ecco perché con questo software siamo di fronte ad un numero impressionante di plugin validi e particolarmente indicati per l’ottimizzazione della struttura del sito.

Perchè scegliere WordPress per il tuo sito?

Innanzitutto perché è uno strumento completo e sempre aggiornato sulle novità di Google a differenza dei suoi competitors, facilitando così il posizionamento dei contenuti scelti per il sito. Inoltre WordPress è dotato di alcuni componenti aggiuntivi molto utili come il WordPress SEO di Yoast che oltre alle impostazioni standard aiuta a:

  1. impostare il Canonical: evitando l’indicizzazione multipla sui motori di ricerca di pagine accessibili da url differenti. In questo modo verrà azzerata la possibilità che siano generati url differenti per lo stesso contenuto, spingendo i vari spider verso un’unica pagina “canonica”
  2. indicare le Breadcrumb (molliche di pane): mostrando all’utente di un sito il punto esatto in cui si trova rispetto alla gerarchia dei contenuti. Tale barra è particolarmente consigliata per gli e-commerce che sono caratterizzati da un numero impressionante di prodotti suddivisi per categorie
  3. pulire i Permalink: rendendoli pertinenti con il contenuto delle pagine del tuo sito, in modo da favorirne l’ottimizzazione in chiave SEO, utile per aumentare il traffico e il numero delle visualizzazioni.
  4. gestire la XML Sitemaps: consentendo di avere il pieno controllo sulla gestione dell’indice del sito, tenendo bene a mente che essa è utile sia al visitatore per trovare velocemente quello che cerca sul nostro sito e sia ai motori di ricerca che in questo modo indicizzano più velocemente le pagine del nostro spazio web avendo chiaro il suo scheletro.
  5. migliorare il file RSS: potenziare un rapporto di fidelizzazione con i propri visitatori che scelgono così di restare sempre aggiornati con tutte le novità proposte dal nostro sito.

A questo plugin se ne aggiungono altri come il Permalinks Migration che consente di modificare la struttura del sito senza comprometterne il posizionamento, il Broken Link Checker che ci segnala la presenza di link a risorse o a immagini inesistenti che potrebbero causare penalizzazioni, il WP Socializer che permette di inserire dei tasti utili per incrementare l’engagement sui social.


Perché scegliere Joomla per il tuo sito?

Innanzitutto perchè è un CMS capace di coniugare la facilità di implementazione dei contenuti ad una massiccia disponibilità dei componenti aggiuntivi, il tutto accompagnato da una modalità open source con una configurazione standard a costo zero, laddove gli unici costi sono relativi alla personalizzazione del sito. Inoltre Joomla è piuttosto versatile dato che può essere impiegato sia per un sito di piccole dimensioni che per un grande portale, senza dimenticare la sua impostazione modulare partendo con semplici pagine descrittive che possono di volta in volta essere ampliate con nuove sezioni e pulsanti.

In siffatto contesto spiccano i suoi plugin che favoriscono l’ottimizzazione dei contenuti in chiave SEO. Tra questi segnaliamo XMap per creare la Sitemap per i motori di ricerca, SEO Pagination per gestire i titoli per l’impaginazione dei contenuti e ReDj che permette di gestire il re-indirizzamento delle url in modo da evitare gli errori 404

Perché scegliere Prestashop per il tuo sito?

Perchè consente di realizzare un e-commerce efficiente e funzionale sotto molteplici aspetti, instillando l’idea di quanto sia semplice e facile gestire un negozio on line. A ciò si aggiungono una serie di numerosi plugin mediante i quali è possibile potenziare gli strumenti offerti dal sito stesso. Prestashop è particolarmente adatto a coloro che non hanno mai utilizzato un CMS in vita propria. Inoltre la personalizzazione dei contenuti è abbastanza semplice anche da back end.

Perché scegliere Magento per il tuo sito?

Sicuramente perchè tra i CMS dedicati al settore e-commerce è quello più indicato per la realizzazione di siti che devono necessariamente gestire una quantità impressionante di dati. Infatti viene considerato dai non addetti al settore un pò complicato soprattutto nella fase iniziale proprio per la sua struttura ampia, articolata e in alcuni casi anche dispersiva. In ogni caso può essere scelto nell’eventualità in cui si deve creare un portale di grandi dimensioni.

Concludendo per poter scegliere nel modo più appropriato possibile il CMS di riferimento del nostro sito dobbiamo incrociare due fattori di fondamentale importanza: l’usabilità e la quantità dei contenuti che ci consentiranno di capire la mole di lavoro che ci aspetta, in relazione ad un sito di piccole dimensioni o ad un grande portale sul quale dobbiamo caricare numerosi dati. Scegliendo il software più adatto alle esigenze del nostro spazio web possiamo gestire facilmente e in totale autonomia il nostro progetto on line.