Come fare un blog gratis e guadagnare



Ami scrivere e vorresti condividere le tue passioni e le tue opinioni? Hai pensato di creare un blog gratis e almeno inizialmente non vuoi o non puoi investire nemmeno un euro dei tuoi risparmi? Non sai da che parte iniziare? Ebbene, eccoci qui.

Come fare un blog gratis e guadagnare

Una delle piattaforme più complete e famose per creare un blog è WordPress, un CMS (content management system) gratuito ed open source che può essere installato su qualsiasi spazio Web ed arricchito con funzionalità personalizzate. Per creare un sito gratuito preconfezionato su uno spazio offerto a costo zero, devi entrare sul sito WordPress.com, fare click sul pulsante Crea sito Web e compilare il modulo che ti apparirà digitando l’indirizzo e-mail, il nome utente e la password che desideri usare per l’accesso al servizio, e l’indirizzo che vuoi dare al tuo blog ([nome del blog].wordpress.com). A questo punto non ti resta che cliccare sul bottone Crea blog. Gli ultimi passaggi saranno quindi: indicazione del titolo da dare al blog e di un motto, scelta del tema grafico da usare, personalizzazione del tema grafico, collegamento degli account social per la promozione del blog.


Una volta che hai iniziato a scrivere puoi iniziare a pensare di guadagnare e trarre profitto dal tuo nuovo blog. Il metodo più veloce è iscriversi a Google Adsense, il servizio pubblicitario offerto da Google, attraverso il quale puoi guadagnare inserendo dei banner, dei campi di ricerca personalizzati o dei video pubblicitari sul tuo sito. Ma questo non è sufficiente. Per trarre profitto dalla pubblicità inserita, devi infatti aumentare le visualizzazioni e devi far sì che quanti più utenti possibili facciano click sui banner presenti nelle tue pagine. La cura dei contenuti e la condivisione dei tuoi post è quindi fondamentale. Per il primo punto non possiamo farci nulla: dipende tutto dalla tua creatività e professionalità. Per quanto riguarda il secondo punto, ti consigliamo di creare pagine ufficiali dedicate al blog su tutti i principali social network (Facebook, Twitter e Google+) e segnalare i tuoi articoli su servizi di social news (ad esempio OKNotizie, digita, blognews, intopic, fai.informazione, etc).